Negozio Tonfano

LA NOSTRA STORIA

Il negozio Moijejoue apre a Firenze nel 2010, da un'idea di Costanza Fontani.

Da sempre amante del mondo della moda – Costanza viaggia spesso e ogni volta ne approfitta per curiosare fra negozi, boutique, gallerie d'arte di mezzo mondo - si rende conto che a Firenze manca un negozio con un certo tipo di vestiti, borse e accessori.

Stufa di lavorare nell'ufficio del padre, un bel giorno decide di andare contro corrente e “negli anni della crisi”, apre un negozio di abbigliamento donna.

Fa una scelta forte: non punta sui soliti brands conosciuti, ma decide di portare a Firenze quegli stilisti che ha scovato in giro per il mondo. Il suo è un lavoro continuo di ricerca: oltre alle fiere internazionali e alle riviste di moda, si affida al suo intuito e alla sua attenzione alle novità, tanto da riuscire quasi ad anticipare le tendenze.

Moijejoue è quindi un negozio dove cercare il proprio stile, dove trovare cose diverse dagli altri negozi, dove c'è una forte attenzione al cliente. Questo vuol dire anche capire e consigliare i capi che valorizzano e danno un "allure" speciale alla donna Moijejoue.

PERCHE' UN NEGOZIO DI RICERCA?

Negozio Firenze

Perché Costanza ritiene che sia giunto per le donne il momento di tornare a vestirsi in modo personale, con il proprio stile, identificandosi con quello che uno compra e non con un certo marchio.

E' talmente originale nelle sue scelte, che a volte persino le sue commesse restano perplesse, salvo poi ricredersi, quando arriva l'apprezzamento delle clienti finali.

Per scelta, decide di aprire il suo punto vendita in una location in una zona residenziale, in modo da rivolgersi soprattutto ai fiorentini. Inizialmente l'idea era quella di creare un luogo su appuntamento, dove le clienti potessero vivere l'esperienza d'acquisto in totale libertà, secondo gli orari preferiti. Magari con un divanetto, un caffè e due chiacchiere. Un negozio di nicchia, sia per i marchi che per il trattamento di assoluto relax.

Da Maggio 2011 le richieste delle clienti aumentano così tanto, che il negozio apre con gli orari più tradizionali: tutti i giorni dal lunedì al sabato.
A Maggio 2012 il negozio si sposta in via Gioberti, la via delle “100 botteghe”, ovvero la via dello shopping dei fiorentini. E lì comincia anche l'orario continuato (dal martedì al venerdì), per dare la possibilità di comprare in pausa pranzo, ed esteso (dalle 10 alle 20) per chi esce tardi dal lavoro.
A fine 2012 apre il secondo negozio Moijejoue a Tonfano, in Versilia, sulla costa toscana. Un negozio ad apertura stagionale, molto orientato al beachwear e all'abbigliamento estivo.

A Marzo 2016 decide di condividere questa avventura con Sara, appassionata di moda e con grande esperienza nel settore. 

Oggi Moijejoue è anche un negozio online, attivo sui social networks.

PERCHE' IL NOME MOIJEJOUE?

Quadro BB

Dalle parole di Costanza:

“Mio zio è un artista pop art, che dipinge tanto. Qualche anno fa, nella sua casa, ho visto un quadro di Brigitte Bardot che bacia un uccellino nel porto di Saint Tropez. Non so perché ma mi sono innamorata del quel quadro.
Penso che Brigitte Bardot sia un'icona femminile molto forte. Mi piace l'idea di una donna dinamica, sensuale in maniera raffinata, grintosa, estremamente femminile e chic.
E' questa la donna che voglio vestire! Pensando a lei, ho trovato la sua canzone e da lì il passo è stato breve. Ovviamente tutti me lo hanno sconsigliato, dal momento che non è un nome facile da ricordare. Ma in me ha prevalso il lato emotivo!”

UNO STAFF TUTTO AL FEMMINILE

Un dettaglio che assume importanza per Costanza Fontani, è la composizione dello staff che sta dietro ai due negozi Moijejoue. Dalle commesse, al reparto amministrativo, alla persona che gestisce l'e-commerce, passando per l'addetta stampa&comunicazione e la social media manager, è tutto uno staff femminile.
Un punto in cui Costanza crede molto.